“Quant’è bella la Corrida di Gimigliano!” : parola di Francesco Passafaro.

CATANZARO – Ritorna quest’anno la “Corrida Gimiglianese” , è la seconda edizione di questo nostro evento che ben si incastra con il “Ferragosto Gimiglianese”.

Due anni fa fu serata di apertura, quest’anno serata di chiusura della kermesse estiva , una serata di puro divertimento dove sarà il pubblico protagonista.

Protagonista sotto al palco con pentolacce, campane, fischietti e tutto quel che puo’ servire per fare da giudici ai concorrenti. Protagonista sopra al palco , perchè in fondo siamo tutti noi dei dilettanti allo sbaraglio e per un giorno è bello avere il coraggio di voler sentircelo dire da tutti.

Sarà una prova alquanto bella e spettacolare, protagonisti i tanti concorrenti (siamo gia’ a 13 da tutto la provincia) , le associazioni gimiglianesi che comporranno la giuria di qualità e il nostro conduttore storico e preferito della Corrida.

Protagonista sarà nuovamente Francesco Passafaro, presidente dell’Associazione nostra amica ” Teatro Incanto di Catanzaro”, ma soprattutto oggi Presidente e Direttore Artistico del nuovo “Cinema Teatro Comunale di Catanzaro “. Un’istituzione ritrovata, per la vicina città capoluogo che, vive una nuova giovinezza grazie all’intraprendenza di questo giovane talento del teatro in vernacolo catanzarese e del suo amabile staff  di amici e praticanti dell’arte della recitazione.

Incontriamo Francesco nel suo ufficio sul Corso Mazzini e ci viene spontaneo parlare dell’organizzazione della serata e confidarci sui progetti delle nostre associazioni. Ne scaturisce una simpatica chiacchierata che ritorna sul tema del “Ferragosto Gimiglianese” e della “Corrida ” di cui sarà nuovamente il conduttore.

Francesco, anzi Direttore, a distanza di due anni ti troviamo in ruolo molto importante per la città di Catanzaro in quel del Cinema Teatro Comunale.  

C’è stata una crescita di tutta la Compagnia “Teatro Incanto” , insieme a Stefano Perricelli e agli altri ragazzi ,abbiamo intrapreso questa scelta di investire sullo Storico Teatro Comunale e da un anno e piu’ ci siamo imbattuti in questa nuova sfidante avventura. Siamo orgogliosi di poter dare il nostro contributo culturale e sociale al Centro Storico di Catanzaro , che sia un film , una nostra rappresentazione o una rappresentazione di altre associazioni teatrali o di scuole e altre istituzioni è un modo importante per avere dei punti di condivisione certi per la città.

Tu e Gimigliano, ci racconti spesso di un legame particolare, fatto di affetto, di amicizie e di sfide. Cosa provi a ritornare per la seconda volta alla Corrida di Gimigliano.

Seconda volta …. fosse solo quella della Corrida .

Gimigliano ho avuto la voglia e la fortuna di conoscerla gia’ nel 2012 , proprio grazie al “Ferragosto Gimiglianese” e all’Associazione “Iniziativa Socio-Culturale Gimigliano” , abbiamo realizzato due spettacoli consecutivi nella manifestazione estiva, poi abbiamo realizzato insieme il “TeatroLab” per i bambini fino al 2014 . Non escludo che si possa fare altro ancora .

Ho un legame particolare per questo paese e lo testimonia la mia gioia nel sapere che veniva ripresentata la Corrida, che ho gia’ condotto nel 2016, soprattutto quando Selenia mi ha richiamato per invitarmi. Eppoi, grazie alla mia “traversata” nel mio gruppo è nato qualche cuoricino, cosa volere di piu’?

Ci fai arrossire Francesco però così . Parlaci della “Corrida Gimiglianese, dilettanti allo sbaraglio”, cosa ti aspetti da questa edizione?

Lo spirito della Corrida incarna in pieno il metodo di crescita che adoperiamo da sempre nella nostra compagnia teatrale, in particolare nel TeatroLAB( e proprio da Gimigliano è nato il nome TeatroLAB dei nostri corsi di Teatro che teniamo in città presso il nostro Comunale). Mi diverte molto, a volte si scoprono talenti, spesso si ride insieme. Mi aspetto percio’ tanta allegria e tanta allegoria da parte di tutti, concorrenti e pubblico.

Dovrà essere una serata “fuori dal mondo” , parafrasando un motto che mi è molto vicino. Essere dilettanti allo sbaraglio e amatori deve diventare un motto costante della nostra vita, per vivere meglio, per socializzare, per regalare serenità. 

Tu e Iniziativa Socio-Culturale Gimigliano…

A parte il legame di profonda amicizia che ci lega da anni a Fabio e tutti gli altri, scopro bello che le crescite dei nostri sodalizi siano state a loro modo proporzionali . 

Se mi auguro che il mio Cinema Teatro Comunale cresca sempre piu’, uguale pensiero lo rivolgo ai ragazzi del sodalizio . Cento di questi “Ferragosto Gimiglianese” , di “Sagra della Porchetta” (peraltro sempre molto buona), di queste “Corrida”. Sarebbe interessante poter incrociare piu’ spesso parte dei nostri percorsi.

E ai concorrenti?!

Un grande in bocca al lupo a tutti i partecipanti e anche al pubblico che è il coprotagonista. Ma non dimentico l’in bocca al lupo a me che sono gia’ emozionato.  “Quant’è bella la Corrida di Gimigliano!” 

Francesco Passafaro ci scappa ad un certo punto, un altro appuntamento lo attende con un interessante personaggio del panorama artistico catanzarese.

Il suo sostegno ci fa morale ci regala ancora una volta l’idea dell’intraprendenza che a tanto lo ha portato .

Ci diamo appuntamento al 14 agosto , alle 21.30 sul palco, qualche ora prima per gli ultimi dettagli della “La Corrida Gimiglianese”.

Francesco Passafaro, presentatore della Corrida Gimiglianese, Direttore Artistico del Cinema Teatro Comunale di Catanzaro
Facebook Comments

Articoli Correlati